Nancy Brilli cicciona come Gwineth Platrow

Sul Corriere della Sera ho letto un articolo in cui Nancy Brilli racconta la sua esperienza di grassa durante le riprese di una fiction (Caterina e le sue figlie 2) in cui interpreta una grassona (niente paura: c’è il lieto fine e dimagrirà…). Ne riporto un pezzo:
«Ho scoperto cosa significhi essere grassi. Quando, durante le riprese, mi capitava di andare in giro, così camuffata, tra un ciak e l’ altro, non venivo riconosciuta e mi sono resa conto della discriminazione di cui sono vittime queste persone. Dovevo chiedere le cose più volte per essere ascoltata, considerata o servita e, se salutavo, mi si rispondeva con distacco. Non ci si rende conto di quali privilegi abbiano i “belli"… è stata una scoperta istruttiva, pur se sgradevole»
Sono dichiarazioni molto simili a quelle che fece Gwyneth Paltrow quando girò Amore a prima svista. Così simili che mi sono suonate false. Poi le ho rilette e ho visto che, false o no, sono la pura verità. E tanto basta.
Questa voce è stata pubblicata in Articoli e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Nancy Brilli cicciona come Gwineth Platrow

  1. InfynitaBurrosa scrive:

    se ce ne fossero un po’ di più persone con il coraggio di provare, forse potremmo essere capite meglio 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.