L’obesità è un suicidio?

Riporto questo post dal blog Dietologica. Non cerdo abbia bisogno di commenti, o meglio avrebbe bisogno di molti commenti e non ho voglio deprimermi ulteriormente…

Queste immagini sono tratte da una campagna stampa finanziata da un centro di chirurgia bariatrica. Posto che si può discutere sulla legittimità o meno di advertising rispetto a un servizio per la salute (ma non disponendo di dati su dove e quando queste immagini sono state pubblicate, sarebbe solo una questione di lana caprina), quello che mi ha colpita è stato il claim: ‘obesity is suicide’.

Credo che ogni persona obesa si possa sentire insultata da queste parole: il senso sottinteso dalla frase è chiaro… se sono obeso è perchè ho consapevolmente e volontariamente minato la mia salute, con anni di alimentazione pesantemente scorretta.

Certo, non c’era nessuno, negli anni delle abbuffate, che con un imbuto spingeva il cibo in gola, a mò di oca all’ingrasso: questo non significa che, potendo evitare di mangiare, non lo si avrebbe fatto.

L’obesità è una malattia che molto spesso si genera dopo anni di dca (disturbi del comportamento alimentare). E’ una malattia sociale, è una malattia le cui cause spesso sono al di la della portata della semplice ‘forza di volontàà’.

Ma, soprattutto, è una malattia, non una passeggiata volontaria verso la forca.

Questa voce è stata pubblicata in Articoli, Le provano tutte e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.